Thursday, 30 March 2017

Sacrifices

  -Why if you still love her so much don't go to her for telling it? Maybe she's still in love with you and would come back.
  -In love, we always must sacrifice something, but you can't call it a sacrifice if what you give up is not something you desire desperately. All that I really desired was her, but she wanted to go...

Healing

Solo lo stolto incapace di smettere di amare rifiuta il potere terapeutico insito in rabbia, odio e disprezzo, che cosi' velocemente risanano le ferite piu' profonde, rinnovano le energie e forniscono nuovi scopi ed obiettivi.

Only the fool not able to stop loving refuses the inherent therapeutic power of anger, hatred, and contempt, which so quickly heal the deepest wounds, renew the energies and provide new purposes and aims.

Wednesday, 29 March 2017

Oh, Lazarus! How did your debts get paid?

When the fires, when the fires have surrounded you
with the hounds of hell coming after you
I've got blood, I've got blood on my name



watch the fires rise under my skin
down to the bone
scorching my soul
nowhere to run


There's a reckoning and a coming
and it burns beyond the grave
its lead inside my belly
cause my soul has lost its way
Oh, Lazarus
How did your debts get paid
Oh, Lazarus
Were you so afraid
When the fires, when the fires have surrounded you
with the hounds of hell coming after you
I've got blood, I've got blood on my name
when the fires, when the fires
are consuming you
and your sacred stars won't be guiding you
I've got blood, I've got blood
blood on my name
Not a spell gonna be broken
with a potion or a priest
When you're cursed you're always hoping
that a prophet would be grieved
Oh, Lazarus
How did your debts get paid
Oh, Lazarus
Were you so afraid
Can't you see I'm sorry
I will make it worth your while
Made a dead man's money
you can see it in my smile
Oh, Lazarus
How did your debts get paid
Oh, Lazarus
Were you so afraid
When the fires, when the fires have surrounded you
and the whole wide world coming after you
I've got blood, I've got blood on my name
when the fires, when the fires are consuming you
and your sacred stars won't be guiding you
I've got blood, I've got blood
blood on my name
mmm-mmm
it won't be long
til I'm dead and gone
it won't be long
til I'm dead and gone
watch the fires rise under my skin
down to the bone
scorching my soul
nowhere to run
nowhere to run
nowhere to run
When the fires, when the fires have surrounded you
with the hounds of hell coming after you
I've got blood, I've got blood on my name
when the fires, when the fires are consuming you
and your sacred stars won't be guiding you
I've got blood, I've got blood on my name
When the fires, when the fires have surrounded you
and the whole wide world coming after you
I've got blood, I've got blood
blood on my name


Sunday, 26 March 2017

I hurt myself today

Beneath the stains of time 
The feelings disappear 
You are someone else 
I am still right here 




If I could start again 
A million miles away 
I would keep myself 
I would find a way



"Hurt"
(originally by Nine Inch Nails)

I hurt myself today 
To see if I still feel 
I focus on the pain 
The only thing that's real 
The needle tears a hole
The old familiar sting 
Try to kill it all away 
But I remember everything 

[Chorus:]
What have I become 
My sweetest friend 
Everyone I know goes away 
In the end 
And you could have it all 
My empire of dirt 
I will let you down 
I will make you hurt 

I wear this crown of thorns 
Upon my liar's chair 
Full of broken thoughts 
I cannot repair 
Beneath the stains of time 
The feelings disappear 
You are someone else 
I am still right here 

[Chorus:]
What have I become 
My sweetest friend 
Everyone I know goes away 
In the end 
And you could have it all 
My empire of dirt 
I will let you down 
I will make you hurt 

If I could start again 
A million miles away 
I would keep myself 
I would find a way

If the core holds 3


Non so se esista cosa peggiore del sapere che, qualunque cosa ti succeda, qualunque ferita ti infliggano, qualunque tradimento tu sia forzato ad assistere, tu sopravviverai. Sapere che non ti sara' concesso di perdere te stesso, non avrai mai il dono dell'oblio, che non c'e' sofferenza grande a sufficienza da spezzarti, da farti cedere e distruggere infine il nucleo piu' intimo del tuo io, un nucleo urlante di dolore ma incapace di arrendersi.

I don't know if something is worse that the knowledge of that, whatever happens to you, whatever wound you'll suffer, whatever betrayal you'll have to witness, you will survive. Knowing that you will never be allowed to lose yourself definitively, you'll never receive the gift of oblivion, that there is no suffering strong enough to break you, to force you to give in and eventually destroy your innermost core, a core screaming in pain but not capable of surrendering. 

Dead Love couldn't go no further



Dead Love couldn't go no further,
Proud of and disgusted by her,
Push shove, a little bruised and battered
Oh Lord I ain't comin home with you

My life's a bit more colder,
Dead wife is what I told her
Brass knife sinks into my shoulder
Oh babe don't know what I'm gonna do

I see my red head, messed bed, tear shed, queen bee, my squeeze
The stage it smells, tells, hells bells, mispells, knocks me on my knees
It didn't hurt, flirt, blood squirt, stuffed shirt, hang me from a tree
After I count down, three rounds, in Hell ill be in good company

Dead Love couldn't go no further,
Proud of and disgusted by her,
Push shove, a little bruised and battered
Oh Lord I ain't comin home with you

My life's a bit more colder,
Dead wife is what I told her
Brass knife sinks into my shoulder
Oh babe don't know what I'm gonna do

I see my red head, messed bed, tear shed, queen bee, my squeeze
The stage it smells, tells, hells bells, misspells, knocks me on my knees
It didn't hurt, flirt, blood squirt, stuffed shirt, hang me on a tree
After I count down, three rounds, in Hell ill be in good company

In Hell Ill be in Good Company

Saturday, 25 March 2017

Alone in the carriage

Alone in the tube carriage, I look at my mirrored image in the window in front of me, clear against the night outside. Framed in the hood shading my features, I see a tired face. Tired of being alone, tired of seeing around me these residuals of humanity, forgotten wreckage of the crowd. Tired of false people, funambulists of sentiments, who first illude you then stab you, before passing over. To you who were friends, beloveds and lovers, you who slipped away leaving nothing but waste, you who fell back showing yourselves incapable to be true, I wish to be happy. Of a true and deep happiness, able to change you, for all you have done will not have been done just to show another mask fitting you so well.

Solo nel vagone

Solo nel vagone della metropolitana guardo il mio riflesso nel vetro di fronte a me, stagliato contro il buio della notte al di fuori. Incorniciato nel cappuccio che adombra i miei lineamenti vedo un volto stanco. Stanco di essere solo, stanco di vedermi intorno questi residui di umanita', questi relitti dimenticati dalla folla. Stanco di persone bugiarde, funamboli dei sentimenti, che da un lato ti illudono e dall'altro ti pugnalano, per poi passare oltre. A voi che siete stati amici, amate ed amanti, voi che siete scivolati via lasciando il niente, che siete rimasti indietro e che vi siete dimostrati incapaci di essere veri, auguro che siate felici. Di una felicita' vera e profonda, capace di trasformarvi, che' tutto cio' che avete fatto non sia stato fatto solo per mostrare l'ennesima maschera che cosi' bene vi si adatta.

Thursday, 23 March 2017

Life After Sundown



How to prune a tree

When you decide to prune a tree you must remember that, in the case of a hard pruning, you will kill the tree roots in the same proportion of the branches you cut. That happens because the tree always keeps a one to one ratio between roots and branches. It's like a factory with two departments: the first department (the roots) collects the raw materials, and the second department (the branches) works those materials. If it happens that the second department, for any reason, has a lack of staff and is not capable of working all the materials the first department collects, the boss decides to fire some employees in the first department to rebalance the ratio. The tree is a ruthless society, and if you prune it wrong it's going to become a rootless society too. Which makes the tree itself not really stable.

Roots are important. Not just for trees, but for people too. Don't forget your roots. Never.

My love forever more

There's blood on the floor
When I'm gone you still will have
My love for evermore



I'd like to pack this in
And take you to the stars
We'll eat in fancy restaurants
And drive in fancy cars
We've tried our luck, we made a buck
So lean back have some fun

Oh yes my love
But first just this last one

We stood on these cliffs on a starless night
I held your hand in mine
So stand by me with all your heart
I'll need you by my side

Oh the river is cold and black
And the bottom is a long way down

Another one going underground

Why can't we cut the ropes
And let that poor fool go

Don't you go getting weak on me
Not when I need you so

We stood on these cliffs on a starless night
I held your hand in mine
So stand by me with all your heart
I'll need you by my side

Don't lose your step
Now we're almost there
Go wash your face and comb your hair
So trust me now, believe in me
Forever more your love you have pledged to me

We stood on these cliffs on a starless night
I held your hand in mine
So stand by me with all your heart
I'll need you by my side

We'll stay at home and call this day our own
Listen to a record, watch a candle burn
I'm feeling kinda drowsy
There's blood on the floor
When I'm gone you still will have
My love for evermore
My love for evermore

My love for evermore

Misogyny 8

It's like I stepped into the real world when I moved to London. Or, simply, I descended into one of those undermost worlds where the most of you live. And where I live too, now. And here you must deal with all a series of troubles that during my previous life I couldn't even imagine afflicting the humankind. False and ridicule problems that people create on their own and then pass over to somebody else.
The main problem turned out to be women. The most part of them believes to be special when they're not special at all. It's for that reason that they throw at you all their shit: break promises, forget the commitments, use you as a gap filler. The only reason men allow women to behave in such a way it's the so much despicable (according to women) habit of men of thinking with their groynes instead that with the brain. They believe to be special but don't grasp that are considered nothing more than the mean of transport of a cunt. They are like the Polo candies, a hole with a sweet all around. Often a candy with a really bad taste, but what matters is the hole.
During my years in London, I've been busy to relate myself with women and girls who thought themselves special, and I'm sure I have dealt with the problem in a much worse way than the other men. After all, I had had the very bad luck of meeting in my previous life three women who special were for real.

Wednesday, 22 March 2017

Uomini

Perche' voglio rivederti? Perche' gli uomini sono come bambini: cio' che di bello vedono desiderano, e cio' che desiderano vogliono possederlo. Anche se solo per una notte, anche sapendo che al mattino lo perderanno e rimarra' loro soltanto il rimpianto di non aver saputo trattenerlo.

Saturday, 18 March 2017

La perdita del Paradiso


In piedi vicino a una macchia di prugnoli, Orea guardava, con visibile disgusto, un gruppo di maschi e femmine impegnati nel ripulire una piccola valle per la semina. Il suo essere vibrava dentro e fuori dello stato spirituale, cosi' che il gruppo di lavoratori non potesse vederlo ne' percepire la sua presenza. Il gruppo sotto osservazione aveva raffinato velocemente le tecniche agricole, creato nuovi attrezzi e aumentato il raccolto negli ultimi anni. La ripugnanza che gli davano lo faceva stare male fisicamente.
Una vibrazione fra i piani materiale e spirituale gli disse che un altro Immortale si stava avvicinando. Ed una frazione di secondo dopo fu consapevole della presenza di Alsai al suo fianco.
-Salute, Orea-, disse il nuovo arrivato.
-Salute a te-, rispose Orea senza distogliere lo sguardo dal gruppo di lavoratori.
-Stai passando molto tempo ad osservare i Figli di Calu, ultimamente. Si direbbe ti piacciano molto.
Un ringhio animalesco sali' dalla gola di Orea. -Hanno sterminato i miei diletti! Come osi...
-Pace. Pace, Orea. Non volevo provocarti.
-Sono esseri disgustosi.
-Calu e' tuo fratello, e quelli sono i suoi Figli. Dovresti portar lui piu' rispetto.
-Rispetto? Da quanto tempo non lo vedi? L'ultima volta che l'ho incontrato si sbavava addosso e non era capace neanche di ricordarsi il suo stesso nome. Niente di buono puo' uscire da quel continente fatto di sporcizia e mosche, che e' riuscito a degradare persino uno di noi.
-Non capisco...
Orea scosse il capo, ingoiando bile. -Si stanno spostando verso est, adesso. Come hanno cancellato i miei Figli quando sono sciamati in Europa, cosi' faranno coi tuoi attraverso tutta l'Asia. Il distruggere ogni possibile rivale e' insito nella loro natura competitiva.
Alsai medito' in silenzio sulla affermazione di Orea, valutandone le implicazioni. E l'impossibilita' di attuare qualsiasi contromisura, elargendo l'Universo l'immortalita' solo a chi accettava di non porre termine alla vita di alcun altro essere. Ogni azione cui riusciva a pensare per impedire ai Figli di Calu di sterminare i suoi avrebbe posto immediataente fine anche alla sua stessa esistenza.
-Meda e Rata hanno probabilmente fatto la scelta migliore-, disse rompendo il silenzio. -Le loro terre sono isolate, prive di esseri senzienti, e pacifiche.
Un sorriso sarcastico comparve sulla bocca di Orea. -I ghiacci torneranno a coprire i continenti e il mare si ritirera', aprendo per loro un passaggio verso le terre di Meda. Impareranno a navigare i mari e raggiungeranno Rata nel suo isolamento. Sono una piaga, dilagheranno ovunque. Se presti attenzione alla trama dell'Universo puoi vedere anche tu che questa e' la tendenza.
-Ma allora perche' hai fatto loro questo dono! Perche' hai insegnato loro a coltivare il grano? Le loro risorse aumenteranno e potranno sostenere un numero piu' grande di individui. La loro popolazione crescera' di numero.
Orea si volto' a fissare l'altro Immortale, un sorriso cattivo sulle labbra.
-Dono? Come fai a vedere un dono in cio' che ho insegnato loro? Diventeranno sedentari; passeranno ad una alimentazione meno varia e si indeboliranno; il nuovo stile di vita li rendera' soggetti a malattie e agli squilibri della natura, coi suoi incendi, inondazioni e siccita'. Soffriranno le carestie e la rapacita' dei loro simili che preferiranno derubare gli agricoltori invece che faticare loro stessi per lavorare la terra. Da ora in poi sono condannati a portare distruzione ovunque vivano, qualsiasi cosa facciano: anche il semplice processo di coltivare la terra richiedera' una distruzione preventiva. E non potranno mai piu' essere in sintonia con la terra, si sentiranno estranei ovunque vadano, e non godranno mai piu' dell'equilibrio. Saranno per sempre insoddisfatti e i loro desideri li porteranno alla deriva attraverso una vita che non li appaghera' mai appieno.
"E quando lo capiranno sara' troppo tardi per tornare indietro. Perche' il loro numero sara' cresciuto al punto che saranno troppi per tornare a vivere come raccoglitori nomadi. Saranno troppi perche' la terra possa sostenere da sola e naturalmente il loro numero. Dovranno continuare a coltivare il grano e saranno suoi schiavi.
"Non ho fatto loro un dono. Io li ho maledetti.
Alsai fisso' intensamente l'espressione soddisfatta, il sorriso di gioia crudele sulla faccia di Orea.
-Si convinceranno che tu sia il loro dio.
-Stai scherzando?
-No. Per loro sarai un padre protettivo, ma vendicativo allo stesso tempo. Un padre che li ha aiutati, ma che li ha poi puniti per qualche loro mancanza. Ricorderanno questo passaggio come la caduta dal paradiso.
Il viso di Orea si rabbuio', mentre il suo sguardo tornava a posarsi sul gruppo di uomini e donne che stavano lavorando il terreno della piccola valle.


Empathy 2



Ma capita che ci siano persone che  l'altrui dolore semplicemente non possono ignorarlo, che devono fare qualcosa per alleviarlo. Anche se cio' va a loro discapito. Sai, quel tipo di persone che ci rimugina la notte sul fatto che non sarebbe costato loro niente accompagnare fino all'ostello una ragazza stanca che si era persa invece di limitarsi ad indicarle la strada. Quelle persone che chiamiamo "coglioni" perche' cercano di prodigarsi per chi non lo merita. 

It happens, sometimes, that there are people who simply can't ignore somebody's else sorrow and can't but trying to help. Even if it will go to their own detriment. You know, that kind of people who will keep brooding overnight because they didn't walk that tired and lost girl till the hostel instead of just putting her in the right way even if it was no cost to them. That kind of people we call assholes because they try to do all that they can for somebody who doesn't deserve it.

Tuesday, 14 March 2017

Misoginia 11

La Donna e' una creatura uterina. Non importa quanto studi per elevare la sua mente, quanto innalzi il suo spirito. Non riuscira' mai a liberarsi dal controllo di quella parte del suo corpo. L'utero dettera' legge, la pieghera' ai suoi desideri, o ne devastera' l'animo in caso di resistenza. Le imposizioni dell'Evoluzione non possono essere ignorate impunemente, e senza che se ne renda conto cerchera' il maschio dominante, rigettera' il debole che lei stessa ha partorito e cresciuto per concedersi al maschio piu' aggressivo, ritenuto piu' adatto a generare la sua prole. Le nostre Donne ci si sono rivoltate contro ed hanno gia' scelto da chi farsi ingravidare.

The Stones will be dark and slept



Let Me Bring You Down 54


Sunday, 12 March 2017

Apatia 2

E niente, non so perche' insistessi ad uscire con donne che volevano essere corteggiate e ricevere attenzioni quando non avevo nessuno stimolo a dar loro cio' che volevano. Ne' la promessa di una notte di sesso, ne' la stanchezza di essere solo riuscivano a smuovermi e spingermi a fare qualcosa che non era certo poi cosi' complicato. Evidentemente non ritenevo che valessero lo sforzo.

Fucking up

Sai, ho fottuto la nostra relazione perche' ti parlavo di Lei. Ora sto fottendo ogni possibilita' di avere un'altra relazione perche' alle altre parlo di te. Ma questo e' qualcosa che avevo gia' messo in conto.

You know, I fucked our relationship up talking to you about Her. Now, I'm fucking up any chance to have another relationship because I talk about you to the other women. But that's something I'd already taken into account.

Wednesday, 8 March 2017

Empathy

Cos'e' l'empatia? Cos'e' veramente?
L'empatia e' qualcosa che ti fa svegliare ogni volta che la tua compagna ha gli incubi. Anche se state dormendo agli estremi opposti di Londra. Anche quando lei e' su un continente diverso. L'empatia e' quella cosa che ti fa svegliare di punto in bianco, a te che hai il sonno cosi' pesante che neanche le cannonate ti svegliano, quando tuo figlio si sente male ma non ha ancora iniziato a piangere. L'empatia e' qualcosa che non si ottiene se veramente non la si vuole. L'empatia e' una maledizione, perche' una volta che hai stabilito il contatto con una persona non lo potrai mai veramente spezzare, neanche se l'altra persona lo fa.

What is empathy? What really is it?
Empathy is something that wakes you up every time your partner has nightmares. Even when you two are sleeping at the opposite ends of London. Even when she's on another continent. Empathy is something that wakes you up, you who could sleep even on the battlefield, in the middle of the night when your child is ill but he didn't start crying yet. Empathy is something you can't achieve if you don't really want it. Empathy is a curse, because once the bond is created you'll never be able to severe it, even if the other person will do it.

Saturday, 4 March 2017

Una storia...

Era quel periodo in cui cercavo, con grandi difficolta', di scrivere quel primo romanzo, cosi' doloroso da tirare fuori ma cosi' necessario da mettere su carta. Avevo raggiunto la convinzione che fosse necessario tirare quella storia fuori da me per tirare fuori con essa anche lei. Ma la Piccola aveva piantato gli uncini del ricordo cosi' in profondita' nelle carni piu' tenere del mio animo che ogni parola che scrivevo era un dolore che non potevo sopportare a lungo. Era come se il legame che avevo creato con lei, quello stesso legame che lei aveva da parte sua troncato cosi' repentinamente, avesse ottenuto vita e volonta' proprie ed ora lottasse per sopravvivere, per impedirmi di liberarmene. E cosi' la stesura del racconto andava a rilento: ne scrivevo una breve parte, risvegliando nostalgia e mancanza; rileggevo e correggevo quel che avevo scritto, indugiando in un senso di solitudine che mi isolava dal mondo circostante; abbandonavo il lavoro finche' il mio stato d'animo non si era nuovamente stabilizzato.
Per avere un parere obiettivo avevo eletto un'amica a "correttrice di bozzi". Il titolo era un gioco di parole che si riferiva ai nocchini (metaforici) che mi avrebbe dato per ogni errore di scrittura. Era una ragazza pedante, talvolta, quando si trattava della lingua italiana. Intelligente, acuta, dotata di un senso dell'umorismo che ti trapassava come una freccia quelle poche volte che si decideva a tirare la sua frecciatina. Come correttrice di bozzi lavorava alla velocita' di un bradipo, come lei stessa mi aveva confessato, cosa per cui la mia lentezza nello scrivere le andava perfetta. Ma quella era una storia che doveva uscire, stava facendo troppi danni la' dove si era annidata. Ed ero certo che si trattasse semplicemente di creare le condizioni giuste perche' uscisse, se non facilmente, se non in modo indolore, almeno velocemente e per intero.